Copyright 2018 - Custom text here

Quando andare

Il periodo migliore per viaggiare in Senegal va da novembre a marzo, quando il clima è fresco e secco nonostante il paese sia colpito dai venti harmattan, secchi e polverosi, che soffiano dal Sahara. Se avete intenzione di dedicarvi alle immersioni subacquee, le acque al largo del Senegal sono limpidissime da febbraio ad aprile. Gli appassionati di birdwatching dovrebbero visitare il paese durante la stagione delle migrazioni, da novembre ad aprile.


Feste e manifestazioni

 

Il calendario islamico (detto Hjira) ha undici giorni in meno di quello gregoriano (occidentale), quindi ogni anno le varie festività pubbliche e religiose cadono undici giorni prima del precedente. Nei prossimi anni si celebrerà in aprile il Ras as-Sana, ovvero il Capodanno islamico, mentre il Moulid an-Nabi (che commemora la nascita del profeta Maometto) cadrà in maggio o giugno. Il Ramadan ha luogo nel nono mese del calendario islamico e ricorda il periodo in cui Maometto ebbe la rivelazione del Qur'an (il Corano): in questo mese, oltre a compiere dei riti particolari, i musulmani ogni giorno digiunano e non bevono fino al tramonto. Alla fine del Ramadan ('Eid al-Fitr) si pone termine al digiuno con numerose feste.

Fra le altre feste del Senegal meritano un cenno il pellegrinaggio del Grand Magal, che si svolge a Touba quarantotto giorni dopo il Ras as-Sana, e il Rally Parigi-Dakar, la celebre gara automobilista e motociclistica che si snoda lungo 10.000 km e termina a Dakar nella seconda settimana di gennaio.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.