Copyright 2018 - Custom text here

 

Venerdi 31 si è svolta l'Assemblea dell'Associazione I Bambini di Ornella, durante la quale sono stati esposti i progetti in corso al centro "Giovanni Quadroni", di cui è possibile leggere dettagliatamente il curriculum che segue.
Si è quindi passati alla votazione del nuovo direttivo e all'approvazione del bilancio 2011 (disponibile ad ogn socio che ne faccia richiesta via mail o telefonicamente).


I componenti del nuovo direttivo sono:

Arduini Antonio

Borghi Lisa

Falcicchio Anna

Fusi Davide

Lattanzi Dalila

Molteni Marciano Michele

Orlando Romina

 

Revisori:

Dal Mas Alessandro

Lillia Danilo

Ronzoni Cristina


A breve si costituirà il primo direttivo in seno al quale verranno elette e distribuite le cariche di presidente e vicepresidente, nonchè l'eventualità di consegnare deleghe specifiche per la tenuta della contabilità.

 

CURRICULUM DETTAGLIATO ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE “I BAMBINI DI ORNELLA”

A partire dagli ultimi mesi del 2007, terminati i lavori di edificazione del Centro, vengono avviate gradualmente le prime attività diurne del Centro.

Dal mese di marzo 2008 ad oggi al Centro vengono avviate alcune attività in forma continuativa con carattere educativo e ludico rivolto ai bambini della comunità locale:

 

 

 

  • Alfabetizzazione con i “Bambini di Spiaggia”. Si tratta dei numerosi bambini che non frequentano le scuole e che vagano sulla spiaggia in attesa di un ingaggio da parte dei pescatori locali. Li si avvicina con attività di carattere ludico e, successivamente, li si introduce alla scolarizzazione. Spesso occorre dar loro riconoscimento giuridico (anagrafe).
  • Alfabetizzazione con i Talibé. Sono i bambini (tutti maschi) affidati ai Marabout, che insegna loro il Corano. Molti sono orfani, molti giungono da altre regioni dell’Africa. Hanno un futuro incerto e si mantengono con la questua. Con i Marabut che hanno accettato il Progetto si interviene a sanificare le Daara (le case dei Marabut) e si inizia l’alfabetizzazione.Sono inoltre regolarmente svolti al centro il momento della doccia,del pasto e del ricambio di abiti. Di recente, su iniziativa di alcuni volontari, si sono avviate opere di igienizzazione e ristrutturazione delle Daara, case diroccate, nelle quali i talibè dormono per terra, senza zanzariere, esposti ai conseguenti rischi in particolare nel periodo delle piogge. Si è proceduto alla registrazione anagrafe di circa 90 talibè.
  • Jeunes Reporter. È un’attività avviata con i ragazzi più grandi, promossa con il sostegno dei laureati e laureandi dei villaggi, basata sulla consapevolezza dei problemi locali. I bambini intervistano gli adulti e si fanno attori delle esigenze locali, imbastendo rappresentazioni che vengono poi trasmesse dalle radio locali, molto ascoltate in un contesto poco o per niente scolarizzato. Si sono attivate una serie di iniziative rivolte all’integrazione tra i vari “gruppi” di bambini, attraverso l’organizzazione di tornei di calcio, coltivazione di orti e alberi che a rotazione coinvoglevano tutti i bambini, preparazione di maschere, laboratori di fotografia, cucito, pittura. A breve, partirà il corso di informatica che sarà gestito da Laura e destinato agli allievi del College di Niangal, non appena saranno completati i lavori di ristrutturazione dell’aula adibita anche a biblioteca.

 

PROGETTI IN CORSO DI SVILUPPO:

 

  • Tutti gli alloggi interni al Centro si stanno liberando. La liberalizzazione degli alloggi interni, ci consentirà di programmare una ristrutturaziome completa del Centro per ricavare gli spazi necessari alle ulteriori attività da implementare:
    • La scuola di sartoria
    • il Laboratorio delle attività artistiche.
  • La quota di terreno del Centro, oggi occupata dal micro-giardino (Progetto concluso il 31.12.2011) e dal magazzino esterno, dovrà essere sacrificata per il previsto passaggio di una strada che servirà alcuni immobili di recente costruzione, compensata da una quota di terreno che ci è stata assegnata a ridosso della futura Scuola Materna prevista per il Progetto Alveare, i cui lavori sono stati intrapresi e che prevede, tra gli apporti, anche la costruzione di un ponte per la scuola di Kelle .
  • Progetto Brunello. Si stanno valutando due possibilità alternative:
    • Ristrutturazione del campo di Yenne;
    • Intervenire sul campo di Kelle.
  • Problemi energetici. In questo periodo abbiamo beneficiato di una erogazione abbastanza stabile di corrente elettrica e acqua (miracoli elettorali) ma non escludiamo le drammatiche situazioni del recente passato, quindi occorrerebbe intervenire con l'installazione di una riserva per l'acqua e parzialmente con elettrodomestici funzionanti con pannelli solari, di cui però si stanno vagliando ancora le possibilità di budjet.

 

VOLONTARI:

L’associazione vive tutt’ora completamente dell’apporto di volontari, ormai non solo del Comasco, i quali si attivano attraverso le più svariate iniziative e di cui anche i progetti di cui sopra, sono possibili esclusivamente grazie all’attiva partecipazione di chiunque che si sostanzia nel tesseramento, nell’organizzazione di eventi (mostre fotografiche, vendita di materiali, donazione di vestiario,materiale didattico, donazioni a fini specifici quali la tenuta della biblioteca, l’acquisto di macchine da cucire, tesseramento, destinazione del 5 per mille).

Le anzidette modifiche strutturali del centro e di riorganizzazione degli spazi, prevedono anche una sistemazione diversa per i volontari che ormai alloggiano tutti in strutture locali volte a collaborare per un turismo sostenibile, in un villaggio dove questo rappresenta una delle poche risorse. Il volontario sosterrà quindi le spese di alloggio ed un rimborso per i pasti. Sono ormai consolidate le riunioni periodiche per informare chi si appresta a partire.

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.